Home

 

Presentazione generale

Gruppo di ricerca fondato da Francesco Remotti nel 1979 sotto il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri , la Missione Etnologica Italiana in Africa Equatoriale inizia le sue attività nell’allora Zaire per estenderle poi al Burundi e successivamente al Camerun.
Dal 2004, grazie anche alla nascita della Missione Etnologica Italiana in Africa Sub-sahariana, la Missione Etnologica Italiana in Africa Equatoriale concentra il suo impegno in particolare sull’area dei Grandi Laghi africani. Qui sviluppa indagini antropologiche, etnostoriche ed etnomusicologiche nella regione del Kivu (Repubblica Democratica del Congo), sul versante ugandese del massiccio del Rwenzori e nell’area di Kampala, in stretta e costante collaborazione con istituzioni locali (Makerere University di Kampala, Centre Universitaire de Ruwenzori di Butembo, Université Catholique du Graben di Butembo), internazionali (Università Italo-Francese – Progetto Galileo, Ministero francese degli Affari Esteri – Progetto Corus), e con il supporto dell’Ambasciata italiana in Uganda. In questi anni numerosi ricercatori, dottorandi e studenti magistrali afferenti all’Università di Torino, di Roma, La Sapienza di Roma Tor Vergata, di Bologna e alla Makerere University hanno così potuto condurre ricerche su diversi temi nel quadro di programmi coordinati. Dal 2004 la Missione è diretta da Cecilia Pennacini. Dal 2009, la Missione ha esteso le sue ricerche anche in Rwanda, dove ha intrapreso una collaborazione con il Center for Gender, Culture and Development Studies del Kigali Institute of Education (KIE).