Home

 
 

Ricerche

 

 
  fotografia di Francesco Remotti

 

Il Massiccio del Rwenzori

La regione che si estende intorno al massiccio del Rwenzori è caratterizzata dalla compresenza di numerose identità etniche e culturali. Sul versante congolese delle montagne sono infatti insediati i Banande mentre sul versante ugandese si attestano i Bakonzo, due gruppi di orticultori di montagna la cui divisione è però frutto di una sopraggiunta linea di confine coloniale. Infatti essi condividono molti tratti culturali e linguistici ed è probabile che in passato ci si potesse riferire ad entrambi con l'etnonimo Bayra. Nell'area sono presenti altri gruppi tra cui le popolazioni agricolo-pastorali dei Baamba e dei Batoro nonché i pigmei Basua in passato cacciatori e raccoglitori ora costretti ad una forzata sedentarizzazione ai margini delle altre società. Gli studi svolti nell'ambito della missione non si sono limitati ad indagare i singoli gruppi, ma si sono occupati dei contatti interetnici in questa zona transfrontaliera. Tra le tematiche affrontate ci sono state quelle del rapporto con l'ambiente montano e di foresta, la strutturazione politica, la guerra e la violenza, la costruzione di genere, ma anche il contesto religioso, della medicina tradizionale e la produzione musicale e coreutica.